In Telecomunicazioni

Quali sono le tecnologie destinate a cambiare il nostro futuro e quello del business?

Ecco i 10 trend che caratterizzeranno il 2017 secondo le previsioni della società di ricerche Gartner.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE – Il “machine learning” permette alle macchine di imparare dall’esperienza e operare in modo sempre più autonomo attraverso lo sviluppo di tecnologie per l’apprendimento, la predizione e l’additività.

REALTÀ VIRTUALE E AUMENTATA – Si potrà contare su un’integrazione di tecnologie di realtà virtuale e realtà aumentata in una molteplicità di ambienti mobili, indossabili, ricchi di sensori, che potrebbero abbracciare tutti i nostri sensi e non solo la vista.

BLOCKCHAIN – Secondo Gartner, l’architettura alla base delle transazioni di moneta virtuale può essere applicata a diversi modelli di business non necessariamente finanziari, anche se siamo ancora in fase beta a causa della varietà di piattaforme e di standard.

ARCHITETTURE MESH APP AND SERVICE – Le mesh app raccolgono e intrecciano dati da diverse fonti sfruttando il cloud e i macro servizi per offrire soluzioni modulari, flessibili e dinamiche, capaci di supportare più utenti in più ruoli su più dispositivi e più reti.

APPLICAZIONI INTELLIGENTI – Gartner prevede che entro il 2018 la maggior parte delle prime 200 compagnie al mondo sfrutteranno applicazioni intelligenti, big data e advanced analytics per ottimizzare l’offerta e la customer experience.

OGGETTI SMART – Droni, robot, veicoli autonomi. Gli oggetti del futuro saranno sempre più intelligenti, interconnessi, capaci di offrire servizi e azioni istantanee, basate sui dati raccolti.

GEMELLO DIGITALE – Nel giro di tre o cinque anni, miliardi di oggetti avranno un modello virtuale creato durante la creazione di un prodotto. Il “gemello digitale” permette di analizzare e simulare le condizioni reali, migliorando le attività degli oggetti stessi.

SISTEMI CONVERSAZIONALI – Non saranno più le persone ad adattarsi alle macchine per interagire con loro, ma i computer a doversi adeguare alle aspettative delle persone. L’interfaccia tra persone e macchine sarà il testo, la voce, il touch e nasceranno anche modalità multiple di “conversazione”.

PIATTAFORME DIGITALI – Ogni azienda innovativa avrà al suo interno un mix di 5 piattaforme tecnologiche digitali: sistemi informativi, Crm, analytics e intelligence, IoT e un ecosistema di business.

SICUREZZA ADATTIVA – Le architetture di sicurezza non possono più “attendere” il dato per poi proteggerlo, ma devono valutarlo e schermarlo già in fase di progettazione. Si dovranno inoltre implementare servizi di sicurezza predittivi.

 

Stefania Truzzoli
Mi sono laureata con lode nel 1993 in Ingegneria Elettronica presso l’Università degli Studi di Padova, successivamente ho conseguito il Master in Telecomunicazioni presso la Scuola Superiore G. Reiss Romoli de L’Aquila. Nel mio percorso professionale ho affiancato alla formazione e alle competenze specialistiche spiccate capacità manageriali, maturando una solida esperienza in ruoli apicali operativi e commerciali in primarie società nazionali e multinazionali, in mercati regolamentati, quotate alla borsa di Milano e Londra.
Recent Posts

Start typing and press Enter to search