New Digital Payment

 In Telecomunicazioni

In modo semplice e direttamente dal cellulare. Per pagare, e per essere pagati, si ricorre sempre più spesso al digitale,

grazie a nuove tecnologie che permettono a tablet e smartphone di trasformarsi in carte di credito e pos. In Italia, nel 2016, le transazioni da mobile hanno raggiunto un volume di 732,4 milioni, con una percentuale di crescita del 12% rispetto al 2015. Sono dati record, resi noti nell’ultimo “Osservatorio Ubiquity”, da Ubiquity, la società specializzata nella fornitura di servizi mobile professionali e nella gestione delle notifiche nel mercato finance. Le analisi si basano sul monitoraggio dei volumi generati dai servizi di notifica in occasione di transazioni effettuate dagli utenti, con carte di pagamento, oppure via mobile e online. Se a questi dati si aggiunge il monitoraggio di messaggi legati ad altri servizi, come il caring, il trading o il marketing, il volume totale raggiunge 823,4 milioni.

Le nuove tecnologie stanno ridisegnato le nostre abitudini, e di questi tempi si fanno largo soluzioni alternative anche nei pagamenti via cellulare.

Uno degli sviluppi tecnologici più promettenti nel panorama Mobile Payment & Commerce sembra essere quello dei pagamenti p2p (peer to peer o anche person to person) tramite App. Sistemi che in tempo reale permettono il trasferimento di denaro da un utente registrato su una app a un altro sempre registrato, usando i contatti della propria rubrica del cellulare. È presto fatto: come un semplice messaggio, in un click e quasi a costo zero, il denaro arriverà al destinatario immediatamente (invece che nelle 24 ore del tradizionale bonifico).

Le soluzioni sono diverse. Alcune funzionano con addebito e accredito direttamente sui conti correnti degli utenti, altre su conto virtuale di moneta elettronica, che può essere ricaricato tramite bonifico, carte o trasferimenti da altri utenti del servizio. Così il passaggio di denaro tra amici, colleghi e familiari diventa semplice e velocissimo. Ma non solo, alcuni servizi iniziano a diffondersi anche come strumento di pagamento in negozio. È un business molto recente, capace di crescere a un tasso del 20-30%.

Stefania Truzzoli
Mi sono laureata con lode nel 1993 in Ingegneria Elettronica presso l’Università degli Studi di Padova, successivamente ho conseguito il Master in Telecomunicazioni presso la Scuola Superiore G. Reiss Romoli de L’Aquila. Nel mio percorso professionale ho affiancato alla formazione e alle competenze specialistiche spiccate capacità manageriali, maturando una solida esperienza in ruoli apicali operativi e commerciali in primarie società nazionali e multinazionali, in mercati regolamentati, quotate alla borsa di Milano e Londra.
Recent Posts

Start typing and press Enter to search