GUARDANDO AVANTI: La digital transformation nella PA

 In Digital

 

L’utilità della digital transformation all’interno della pubblica amministrazione è lapalissiana, dato che questo processo può apportare svariati benefici tanto a un’azienda quanto a un ente.

Se nel caso dei brand la trasformazione digitale consente una maggiore comprensione dei bisogni del cliente, nel caso della pubblica amministrazione sono quelli del cittadino a emergere. Grazie al canale digitale, le persone potrebbero sentirsi più partecipi e vicini alla cosa pubblica, andando così a equilibrare la forte polarizzazione che in molti Paesi – ad esempio proprio l’Italia – comporta una sorta di distanza siderale tra amministrazione e popolazione.

Secondo una ricerca condotta da Hewlett Packard Enterprise, la digital transformation consentirebbe una riduzione significativa della burocrazia, sostituendo moduli cartacei e infinite file agli sportelli con una raccolta dati online che resterebbe sempre a disposizione degli enti pubblici, senza dover fornire di volta in volta le stesse informazioni. Questo potrebbe funzionare non solo a livello comunale, ma anche nazionale o addirittura internazionale, permettendo alla pubblica amministrazione di trovare nelle informazioni fornite dai cittadini le risposte – o perlomeno degli importanti indicatori – alle domande a cui spesso solo la sociologia cerca di dare voce. Profilando le informazioni degli studenti con un basso rendimento potrebbe emergere, per assurdo, che una delle cause della loro disattenzione è una dieta errata, magari proprio quella fornita dalla mensa della scuola pubblica.

Questo è solo un esempio ipotetico che dimostra come l’impiego dei dati di ogni natura – non solo anagrafici ma anche accademici, curriculari e via discorrendo – potrebbe fornire un’amministrazione più vicina alle esigenze del cittadino, migliorando nel tempo la qualità di vita della comunità. Il cittadino sarebbe parte integrante, e attiva, di questo miglioramento, proprio grazie alla stretta partecipazione attraverso lo strumento digitale. Si tratta di un passaggio che richiederà anni sia in termini di risorse economiche che di passaggio generazionale, dato che i cosiddetti “cittadini digitali” saranno maggiormente i giovani d’oggi.

Ad ogni modo, è indubbio che nel ramo della pubblica amministrazione la trasformazione digitale potrà potenzialmente spingere la società in avanti.

Stefania Truzzoli
Mi sono laureata con lode nel 1993 in Ingegneria Elettronica presso l’Università degli Studi di Padova, successivamente ho conseguito il Master in Telecomunicazioni presso la Scuola Superiore G. Reiss Romoli de L’Aquila. Nel mio percorso professionale ho affiancato alla formazione e alle competenze specialistiche spiccate capacità manageriali, maturando una solida esperienza in ruoli apicali operativi e commerciali in primarie società nazionali e multinazionali, in mercati regolamentati, quotate alla borsa di Milano e Londra.
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search